You are here

Emanuele Pianta 1960-2012

Tra le tante cose, Emanuele per noi è sempre stato come un ponte.
Un ponte tra le persone, per la sua capacità di comprendere, mettersi nei panni dell’altro, mediare.
Un ponte tra tutti noi e le risposte, per la sua capacità di rendercele sempre a portata di mano.
Un ponte tra la cultura umanistica e scientifica, per la sua capacità di trovare sfumature dove spesso non si vedono. Emanuele è sempre stato come un ponte, sospeso tra mondi diversi, tra terra e cielo, tra la solidità dei bit - 0 1 - e la libertà dell’arte, tra l’informatica “informatica” e l’informatica “umanistica”.
E su quel ponte che ogni giorno attraversiamo per andare al lavoro, non potremo mai smettere di pensare a lui.

Ciao Emanuele!